Il Legal Design è una soluzione creativa al problema della trasparenza, chiarezza, comprensibilità in ambito normativo/legale, con ampie possibilità applicative.

Il Legal Design nasce da un contesto di ricerca multidisciplinare con il primario obiettivo di migliorare la comunicazione dei contenuti legali e facilitare le interazioni tra le persone e i sistemi giuridici, ponendo l’utente finale al centro del progetto.
Il Legal Design prevede l’impiego di metodi di progettazione, di principi edi discipline visive e di architettura dell’informazione, oltre che di scienze cognitive e della comunicazione, finalizzati a migliorare la comunicazione dell’informazione giuridica.

Il Legal Design è uno strumento dalle ampie prospettive di utilizzo per il mondo delle professioni, per leaziende, la P.A. e gli enti no profit. In diversi settori, poi, è lo stesso legislatore ad imporre espressamente la trasparenza e chiarezza delle informazioni (si pensi al GDPR, alle informazioni precontrattuali ed a tutela dei consumatori, all’accessibilità dei siti web, al consenso informato, all’ambito della sicurezza sul lavoro, ecc.).

Il corso fornisce un’ampia presentazione del Legal Design, dei relativi metodi e strumenti, in modo da offrireuna conoscenza complessiva delle tecniche utili in diversi contesti applicativi. Ha l’obiettivo di far maturare competenze di problem solving trasversali, per creare, testare e valutare soluzioni in ambito giuridico con la finalità di favorire la trasparenza, chiarezza, semplificazione e accessibilità delle informazioni, oltre che di progettare un’esperienza giuridica incentrata sulla persona.

Il programma comprende approfondimenti sul contesto reale in cui il Legal Design può trovare applicazione, nonché sulle tecniche di semplificazione del linguaggio giuridico, di legal project management & teamwork.

Al fine di favorire l’apprendimento in forma laboratoriale e secondo il principio del “learning by doing”, il Corso prevede la predisposizione di gruppi di lavoro impegnati ciascuno nello svolgimento di un “Progetto di Legal Design”.
I partecipanti verranno suddivisi tenendo conto delle rispettive aree di provenienza, affinchè possano sperimentare il valore della multidiscliplinarietà nel team.
Gli elaborati saranno oggetto di presentazione nell’ultima sessione del corso.

Il corso è rivolto a chi già opera nel mondo del lavoro, quali:
– Avvocati, Responsabili servizi legali di aziende, P.A., enti del terzo settore
– Responsabili sicurezza sul lavoro
– Responsabili aree marketing, customer service, risorse umane
– UX/CX/UI designer, Graphic designer, Service designer, System designer, Information designer, Communication designer, Digital & Interaction designer.
Il corso potrà essere utile anche a studenti/neolaureati che desiderano integrare le proprie competenze, sviluppare ed approfondire i metodi e strumenti specifici di Legal Design quale attività a sé stante e, comunque, a coloro che provengono dai seguenti percorsi formativi:
– Area economico-giuridica;
– Area delle scienze della comunicazione e linguistica, neuroscienze;
– Area delle scienze dell’informazione;
– Area design (graphic, service, system, information, communication, digital, ecc.).

Al fine di favorire l’apprendimento by doing, incentivare una proficua e costante interazione tra docenti e utenti e privilegiare team con competenze e caratteristiche eterogenee, l’organizzazione ha previsto un numero limitato di posti, fino a 32 partecipanti.
L’organizzazione si riserva l’ammissione dei partecipanti: a tal fine potrà essere richiesto l’invio di un breve curriculum vitae/studiorum, accompagnato da una sintetica lettera motivazionale.

> PROGRAMMA, CONTENUTI, CALENDARIO

> MODALITÀ DI SVOLGIMENTO E COSTI

CORSO PROGETTATO IN COLLABORAZIONE CON

CON LA PARTECIPAZIONE DI